…dal letame nascono i fior

completando la frase del precedente post, dalla celebre canzone di De Andrè “Via del Campo”, prendo spunto per continuare a parlare di compost e portare l’esempio dell’ Azienda Agricola Bagnis nata dall’incontro tra una giardiniera Daniela ed un Dottore in chimica Hartmuth. Uniti dalla passione per la natura e per la ricerca dell’autosostentamento hanno scelto un luogo molto bello, con affaccio sulla catena della Alpi, nell’alto entroterra savonese dove mettere radici ma con un terreno assai difficile. Povero e sabbioso, niente di peggio per chi intende avviare una qualsiasi forma colturale.
Armati di pazienza e certamente di specifica conoscenza della materia hanno trasformato poco a poco la sterile terra in una piccola oasi dove far crescere piante sane che vengono trasformate con metodi naturali in tisane, oleoliti, creme ed altri prodotti erboristici.

Non avendo animali che potessero fornire un valido concime naturale, hanno sfruttato i loro boschi per trasformare ingombranti strati fogliari in ottimo terriccio.

Ecco la loro ricetta per ottenere un compost di foglie:
Destinare una zona di orto – giardino al nostro compost all’ombra di un albero, in modo che d’estate sia ombreggiata e d’inverno prenda il poco sole disponibile. Raccogliere in autunno abbondanti fogliami e riporli a strati in differenti varietà in modo da ottenere un compost più equilibrato. Alternare parti umide a parti secche.
Ogni varietà apporta differenti elementi nutritivi. Da preferirsi foglie che si disfano più velocemente. Carpino, Faggio (apportano al compost soprattutto calcio) Olmo, Betulla, Pioppo, Quercia e Noce (danno luogo ad un terriccio più acido). Ha più lenta marcescenza il castagno. Per una buona maturazione attendere circa due anni rivoltando dopo il primo anno il compost.  Aggiungere eventualmente calce, terra o bentonite (anche la lettiera dei cani o gatti) per aiutare il processo di trasformazione.

Daniela ed Hertmuth sono inoltre un esempio aziedale nell’utilizzo delle energie da fonti rinnovabili applicate all’agricoltura. Dall’essicatoio a pannelli fotovoltaici al solare-termico per il riscaldameto della loro abitazione e del laboratorio per la trasformazione delle officinali.

Per suggerimenti, acquisti e informazioni li potete trovare allo STAND N° 55.

Ottimo cibo per le piante, con ingredienti sapientemente miscelati da Floreley allo STAND N° 38.

Si ricorda bambina, sempre intenta ad osservare i fiori. La sua vita è dedicata alle piante che con cura ed amore coltiva e propaga nel suo terreno a Celle Ligure. Primo amore  le succulente. Da anni una delle colonne portanti dell’A.I.A.S ( Associazione Italiana Amatori Succulente) di Savona, nel tempo si è lasciata affascinare dai pelargoni odorosi, da varietà di edere e da altre piante da terrazzi e balconi, che inoltre progetta e cura, e che propone per la prima volta a Fiori Frutta Qualità.

Annunci

dai diamanti non nasce niente…

Chi comincia, un po’ per coscenza un po’ per obbligo, la buona azione del compostaggio domestico e della raccolta differenziata, viene assorbito dal fascino della trasformazione naturale e spesso diventa fervente discepolo di tale pratica.

Se si ha la fortuna di avere un giardino dove collocare una compostiera la soddisfazione di veder trasformati gli scarti domestici e del giardino in ottimo compost è davvero tanta. Se ben operiamo in circa 6 – 9 mesi avremo pronto ammendante per orto, vasi e giardino a costo zero.
Per chi possiede un terrazzo od anche un piccolo balcone suggeriamo di non perdere i consigli del nostro esperto Federico Valerio di Italianostra che illustrerà nella giornata di domenica alle ore 12,00 tutti i trucchi per trasformare gli scarti di cucina in compost.
Con semplici vasi e qualche accorgimento avrete a disposizione fertile terriccio, profumato di bosco.


scarica dal suo sito il CORSO DI COMPOSTAGGIO DOMESTICO

Se invece siete un po’ pigri ma amate il natural style non perdete una visita allo STAND N° 76 . Scoprirete la proposta di Acea Pinerolese produttore di compost di qualità. Una bella realtà del Comune di Pinerolo che ha così, in parte risolto, il problema dello smaltimento rifiuti.

Riprendo il titolo per invitarvi Venerdì 24 settembre all’anteprima di Fiori Frutta Qualità con la serata dedicata a Fabrizio De Andrè.
Graditi ospiti Libereso Gugliemi, assieme all’amico Dino Gambetta e all’autore del libro ed artefice della mostra dedicata a Faber, Claudio Porchia.

• ore 17,30
INAUGURAZIONE mostra “ I Fiori di Faber” gli artisti D.Gambetta, L.Guglielmi, T.Riverso, M.Tauro interpretano con opere grafiche l’omonimo libro scritto da Claudio Porchia ispirato al cantautore Fabrizio de Andrè.- Sala Consiliare

• ore 18,30
CONFERENZA Presentazione “Ricordi… sbocciavan le viole” omaggio a Fabrizio De Adrè.
Claudio Porchia autore del libro “I Fiori di Faber” ci racconterà un inedito Fabrizio de Andrè appassionato naturalista anche attraverso le illustrazioni del libro affidate a diversi autori (D.Gambetta, L. Guglielmi, T. Riverso, M. Tauro). Tra gli illustratori saranno presenti Dino Gambetta e Libereso Guglielmi. Con letture dell’attrice Valentina di Donna e le melodie di Faber interpretate da Christian Gullone ricorderemo l’amato cantautore ligure in una serata a tutto tondo dove anche degustazione di cibo e aromi ispirati dalle sue canzoni faranno capolino. Serata a ingresso libero – Degustazione gastronomica Euro 10.00 – Presso Ristorante “Pitosforo” info 347 4792119

Non perdete inoltre
• ore 17,00
INAUGURAZIONE ” Terra, Colore e Matita” mostra opere e ceramiche di Caterina Ricci ed acquarelli botanici di Francesca Ricci – Spazio 22